National Endowment

MA, LA BIBBIA NON HA DETTO CHE ALLAH È UN DEMONIO PIÙ POTENTE DI SATANA! ] [ ALLAH AKBAR SHARIA? È LA MORTE PER TUTTI GLI INFEDELI SCHIAVI DHIMMI, E PER ANTICRISTO MASSONE FARISEO SPA FED. SPA FMI, QUESTO PIACE MOLTISSIMO: ... PER IL MOMENTO! E NEL FRATTEMPO ERDOGAN LA VERGOGNA ISLAMICA: IL TERRORISTA DELLA SIRIA, E SALMAN SAUDI ARABIA: IL TERRORISTA BOMBAROLO DELLO IRAQ, LORO PROGETTANO DI PRENDERE IL SOPRAVVENTO SHARIA IL NAZISMO SENZA DIRITTI UMANI: CONTRO IL NUOVO ORDINE MONDIALE.. CIOÈ PER QUANTO ARRIVERÀ LA RESA DEI CONTI TRA DI LORO... AL DI LA DELL'ASPETTO CRIMINALE? È ALLUCINANTE CHE ISLAMICI PENSANO DI FARCELA DA SOLI CONTRO IL NWO, CIOÈ, QUANDO NOI SAREMO MORTI! ... MA, LA BIBBIA NON HA DETTO CHE ALLAH È UN DEMONIO PIÙ POTENTE DI SATANA! Third church in four months burnt down in N. Tanzania. Published: May 5, 2016 by Dismas Lyassa in Dar es Salaam Roman Catholic church, Nyarwele, Kagera, N. Tanzania 3/5/16 World Watch Monitor.
Another church in Tanzania’s extreme north-west corner, Kagera - bordering Uganda, Burundi and Rwanda - was burned to the ground on May 2 by suspected arsonists. No group has claimed responsibility for the fire that destroyed the Roman Catholic church in Nyarwele. It is the third church in four months to be burned down, after the Tanzania Assemblies of God and Pentecostal Assemblies of God churches, said Kagera Regional Police Commander, Mr Augustine Ollomi. He added that seven suspects are currently helping police investigations following the burning down of other churches in the region last year, six within one week in September 2015.
At the time of the 2015 attacks, the secretary of the local Bukoba Pastors’ Fellowship said there have been many arson attacks in the Kagera area: "Since 2013 we have had over 13 churches torched here in Kagera and no one has been held accountable. This is not acceptable," the secretary - who wished to be known only by her first name, Annette - said. Map of Tanzania. Courtesy Open Doors International. Paulina Nkuba witnessed this week’s fire. The 67-year-old said she raised the alarm with neighbours. "I live near the church. While I was sleeping, [my grandson], studying at the Kimiza Primary School, told me that the church was on fire," she said.
I went to the church and started to put water on the fire," she said, "but I could not manage to put it out."
Another witness, Jackie Mrina, said that by the time he had reached the church the fire had taken too much of a hold and it was impossible to put out.
According to the chairman of the church, Sabas Kafuba, among the burnt items are church documents, chairs, tables, the psaltery and generators.
Fortunatus Bijura, a priest at the church, said the church’s destruction will not stop the congregation meeting: "Those who think that destroying our church means we won’t pray, they are wrong… we have a big tree near the church and will continue meeting there for prayers".
Local police have requested the community work together to discover how the fire happened.
Almachius Vicent Rweyongeza, Catholic Bishop of the area, appealed for calm and requested that locals co-operate with police to catch those responsible.

my ISRAEL ] E TU NON VUOI MORIRE ANCHE TU PER ERDOGAN? può anche succedere che la pecora voglia morire per amore del lupo! [ Quindi ITALIA SPAGNA FRANCIA; hanno deciso di suicidarsi per pagare i delitti islamici sharia genocidio terrorismo di Erdogan! ] E TU NON VUOI MORIRE ANCHE TU PER ERDOGAN? [ La prima: è accettabile che la Nato abbia tra i suoi membri un leader come Erdogan, che promuove l'islamizzazione della Turchia, ha sostenuto l'Isis e sta trasformando il suo Paese in una dittatura? La mia risposta potete facilmente intuirla. La seconda riguarda la natura stessa della Nato. Di solito a interrogarsi sulla necessità del Patto Atlantico sono pensatori o partiti di sinistra, ma da qualche tempo anche alcuni osservatori liberali davvero indipendenti, avanzano più di un dubbio. In tal senso mi ha colpito la riflessione di Michele Moor, che nella Confederazione elvetica ha i gradi di colonnello ed è ex presidente della Società Svizzera degli Ufficiali. Un conservatore, insomma; il quale in un articolo pubblicato qualche giorno fa sul Corriere del Ticino affermava: A 67 Anni Dalla Sua Fondazione (4 Aprile 1949), Il Patto Militare Che Aveva L'obiettivo Di Arrestare L'avanzata Del Comunismo Sovietico E Di Garantire La Difesa Dei Paesi Aderenti, Ha Progressivamente Mutato La Propria Strategia, Rendendola Sempre Più Aggressiva E Offensiva. Non È Un Caso Che Gli Stati Uniti Detengano La Sovranità Assoluta Dell'organizzazione — Le Più Alte Cariche Militari Della NATO Sono Sempre Riservate A Ufficiali Statunitensi — E Che I Cosiddetti Paesi Alleati Offrano Supinamente Le Proprie Basi Territoriali, Nel Mediterraneo E Nell'Est Europeo, Agli Interessi Strategici Della Superpotenza. E ancora: Nello Scacchiere Geopolitico Del Sud, La Guerra Contro L'Isis È Diventata Lo Specchietto Per Le Allodole, Destinato A Garantire Agli USA L'espansione Nell'Egeo E Sulla Libia, Territorio Nel Quale Si È Pensato Di Avviare Un'operazione Militare, Ufficialmente Guidata Dall'Italia. Questa Avanzata Potrebbe Coinvolgere Prima O Poi Anche I Paesi Dell'asse Asiatico, In Primis La Cina, Per Evitare Che Diventino Partner Economici Della Russia. Dietro L'intenzione, Più Volte Dichiarata, Di Voler Difendere L'Europa Dalle Aggressioni Della Russia, Si Cela In Realtà La Volontà Di Espansionismo Interventista Che Ha Provocato La Crisi In Ucraina.

se la #Turchia non viene espulsa immediatamente dalla #UE e dalla #NATO? Giuro che tutti i regime #Bildenberg, ecc.. SpA #Banche #Centrali culto #NWO SPA #FED FMI: i massoni dovranno versare il loro sangue: nelle camere operatorie devono morire sotto i ferri! ] [ l direttore del quotidiano turco di opposizione Cumhuriyet, Can Dundar, è stato condannato a 5 anni e 10 mesi di prigione per violazione di segreto di Stato con la pubblicazione dello scoop sul passaggio di armi in Siria. Questo pomeriggio Dundar è scampato a un attentato a colpi d'arma da fuoco davanti al tribunale di Istanbul. Nello stesso processo, il suo caporedattore Erdem Gul è stato condannato a 5 anni. Un uomo armato ha attaccato il direttore del quotidiano di opposizione turca Cumhuriyet, Can Dundar, davanti al tribunale di Istanbul, dove il giornalista era in attesa della sentenza del processo che lo vede imputato per lo scoop sul traffico di armi in Siria. Dundar risulta illeso. L'assalitore è stato arrestato. Nell'attacco è rimasto ferito a una gamba, in modo non grave, un reporter di Ntv che si trovava nelle vicinanze. "L'attacco era rivolto a me, ma non so chi sia l'assalitore", ha detto Dundar.

hanno ucciso Giulio REGENI, per far vivere lui! Al-Sissi è diventato un saudita salafita: e il proverbio dice: "lupo non mangia lupo"! IL CAIRO, 7 MAG - Il deposto presidente egiziano Mohamed Morsi è scampato alla pena di morte in un quarto processo a suo carico conosciuto come "spionaggio per il Qatar". Lo si è appreso alla corte di assise del Cairo che ha deferito al Gran Muftì il fascicolo di sei degli 11 imputati, chiedendo quindi per loro la pena capitale, ma non quello dell'ex dirigente della Fratellanza musulmana deposto nel 2013.


siamo alla FOLLIA, e se qualcuno dice che ERDOGAN compra il petrolio da ISIS, lo fucilano sul posto? LA TURCHIA DEVE USCIRE DALLA NATO IMMEDIATAMENTE: OPPURE LA NATO DEVE COLLASSARE SI DEVE DISINTEGRARE! ANKARA, 7 MAG - Due persone sono state arrestate perché ritenute collegate all'uomo che ieri, davanti al tribunale ad Istanbul, ha aperto il fuoco contro Can Dundar, il direttore del quotidiano di opposizione Cumhuriyet.
    Dundar, rimasto illeso, era in attesa della sentenza che lo ha visto poi condannare a 5 anni, insieme ad un collega, nel processo per violazione del segreto di stato su un passaggio di armi in Siria.
============

POLONIA e UCRAINA: SONO AGENTI MASSONI DEI FARISEI USUR SPA FED FMI, 666 CIA GLOBALISTI: SACERDOTI DI sATANA John Sidney McCain: IL LORO OBIETTIVO È PORTARCI IN GUERRA CONTRO LA RUSSIA! Polonia: proteste piazza contro governo. Opposizione, Pis mette a rischio futuro Paese nell'Ue

==========
QUINDI UN CAPO RELIGIOSO DECIDE L'ESITO DI UNA SENTENZA.. QUESTO È INCOMPATIBILE CON LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO: TUTTA LA LEGA ARABA SHARIA È DIVENTATA UNA MINACCIA GLOBALE! NOI NON POSSIAMO FARE UN PONTE CON LA LEGA ARABA, PER CAMMINARE SULLA LAMA DI UNA SCIMITARRA SHARIA! I NOSTRI POLITICI MASSONI CI HANNO VENDUTI A JaBULLoN IL CAIRO, 7 MAG - C'è anche il nome del direttore giornalistico di Al Jazeera fra quelli delle 6 condanne a morte emesse oggi in primo grado nel processo per spionaggio per il Qatar che vede imputato anche il deposto presidente egiziano Mohamed Morsi (per il quale non è stata invece chiesta la pena capitale). Lo si è appreso alla Corte d'assise del Cairo. Il direttore della tv satellitare qatariota, Ibrahim Hilal, è contumace come Alaa Sablane, l'altro giornalista di Al Jazeera - si è appreso in tribunale - condannato alla pena capitale. La sentenza deve però essere esaminata dal Gran Muftì e per la conferma si attende il 18 giugno.

============
TUTTI I MUSULMANI CHE NON ABIURANO IL NAZISMO TERRORISTICO DELLA SHARIA DEVONO ESSERE DEPORTATI IN SIRIA!
vittoria Khan Londra, Pakistan fa festa, Anche conducenti bus Karachi. Governo, nazione è fiera

============

    È UN CLASSICO: LORO lo DICONO, PERCHÉ UNIUS REI lo ha già DETTO DI LORO: CHE PER: Banche CENTRALI: FARISEI MASSONI, TRILATERALE BILDENBERG e TUTTE le loro FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE SENZA SOVRANITÀ MONETARIA, IL POPOLO? È SEMPRE UN CRIMINALE SE CERCA DI LIBERARSI DAGLI USURAI! Tribunale ucraino non riconosce repubbliche del Donbass come organizzazioni terroristiche 07.05.2016 Il tribunale distrettuale della città ucraina di Sumy nella sentenza della causa contro un ex ufficiale del servizio di sicurezza ucraino ha sottolineato che non c’è nessuno fondamento giuridico per ritenere le repubbliche autoproclamate del Donbass organizzazioni terroristiche. Questo è stato affermato nella sentenza del tribunale che il 28 aprile ha assolto un ex ufficiale del servizio di sicurezza, accusato di cercare di ottenere un posto di lavoro al ministero della Sicurezza della Repubblica popolare di Donetsk.

youtube 666 google ] articolo composto in 15 minuti circa [ avete visto? sono da un ora, in questo canale https://www.youtube.com/user/allChristianMartyrs e io ho già aperto le notifiche con successo, poi, si è bloccato di nuovo: e nonostante tutti i miei diversi tentativi, e i soldi che: ci ruba il NWO con il signoraggio bancario, non riesce a pagare un sacerdote di satana (una scimmia DARWIN SODOMA GENDER: altamente sottosviluppata), per rendere possibile, la mia tracciabilità: quindi, di poter aprire: nuovamente, la posta nuovamente, che segna che c'è qualcosa da leggere ma, che io non posso leggere!!! cioè le notifiche di google rimane fisso bloccato sul [1] ... ok, ora si è sbloccato nuovamente... e l'elefante ha partorito il topolino.. ohhhh, non c'é niente da leggere, oppure, i satana mi hanno già cancellato quello che qualcuno mi ha spedito da leggere!

#youtube 666 #google ] #facebook è salito sul carro del vincitore: #Rothschild il Re DEMONIACO di ISRAELE morto #SHARIA AMMAZZATO #OLOCAUSTO new #shoah, ed ha bloccato ad Unius REI, la possibilità di pubblicare commenti su ANSA! e poiché, di me la PAROLA DI DIO HA DETTO: "non verrà meno, e non si abbatterà, finché non avrà stabilito la giustizia su tutta la terra".. POI, per amore della giustizia, io PRENDERÒ quei traditori: ROTHSCHILD, #ANSA e FACEBOOK, LI BUTTERÒ IN UNA CELLA E GETTERÒ LA CHIAVE IN FONDO AL MARE!

===================
Christians account for 80% of persecuted minorities. ROTHSCHILD IL FARISEO USURAIO SPA FED NWO 666 SATANA CULTO SINAGOGA MASSONERIA REGIME BILDENBERG TRILATERALE: HA GIURATO TALMUD, TUTTO L'ODIO MORTALE CONTRO GESÙ CRISTO NATO A BETLEMME NELLA CASA DI DAVIDE! ... QUINDI FINIRÀ IN TRAGEDIA PER TUTTI: QUESTA GUERRA MONDIALE NUCLEARE! *** Joseph Fadelle. Iraqi writer convert to Christianity from Islam. *** Closing by Lola Velarde. Congress Director Closing by Lola Velarde. Congress Director. *** Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO. ========== ANSWER ========= Christians account for 80% of persecuted minorities. They are victims of the deliberate infliction of conditions of life that are calculated to bring about their physical destruction in whole or in part. They are being murdered, beheaded, crucified, beaten, extorted, abducted, and tortured. They have been victims of summary executions. They have been enslaved and forcibly converted to Islam.

Women and girls in particular have been subjected to forms of sexual violence such as rape, and have been victims of forced marriages and human trafficking. Children have been transferred to other groups and forcibly recruited. Christian churches and religious and cultural sites have been vandalized. Christian towns, villages, and districts have been devastated. Christians have suffered the interruption of humanitarian aid supplies and the bombardment of their homes by the so-called “ISIS/Da’esh”.

The European Parliament, the Council of Europe, the United States Congress (by unanimous vote of 393 members in favor and 0 against), Pope Francis, and Christian leaders from a broad array of faith traditions have called ISIS/ Da’esh’s actions against Christians and other religious minorities acts of genocide.

The WeAreN2016 Congress took place in New York from April 28th to April 30th. The event brought together experts and witnesses of the atrocities and exodus suffered by Christians and other religious minorities in Syria, Iraq, Nigeria, and other countries.

These witnesses was invited to speak at the United Nations headquarters in order to address world leaders and call them to take action on this important issue.
- See more at: http://maslibres.org/wearen2016en/#sthash.c2iOAyOc.dpuf
==============

Christians account for 80% of persecuted minorities. ROTHSCHILD IL FARISEO USURAIO SPA FED NWO 666 SATANA CULTO SINAGOGA MASSONERIA REGIME BILDENBERG TRILATERALE: HA GIURATO TALMUD, TUTTO L'ODIO MORTALE CONTRO GESÙ CRISTO NATO A BETLEMME NELLA CASA DI DAVIDE! ... QUINDI FINIRÀ IN TRAGEDIA PER TUTTI: QUESTA GUERRA MONDIALE NUCLEARE!
*** Opening, Ignacio Arsuaga (President of CitizenGO and HazteOir.org) Opening, Ignacio Arsuaga (President of CitizenGO and HazteOir.org)
*** Fr. Douglas Al‐Bazi (Chaldean Catholic Church parish priest. Erbil, Iraq) Fr. Douglas Al‐Bazi (Chaldean Catholic Church parish priest. Erbil, Iraq)
*** Mons Joseph Danlami Bagobiri -Nigeria (Bishop of Kafanchan, Nigeria) Mons Joseph Danlami Bagobiri -Nigeria (Bishop of Kafanchan, Nigeria)
*** Jean-Clément Jeanbart, Melkite Greek Catholic Archbishop of Aleppo Jean-Clément Jeanbart, Melkite Greek Catholic Archbishop of Aleppo
*** Fr. Rodrigo Miranda, Missionarie in Syria. Fr. Rodrigo Miranda, Missionarie in Syria.
*** Sister María de Guadalupe, Missionarie in Syria. Sister María de Guadalupe, Missionarie in Syria.
*** Drew Bowling, Senior Policy Advisor Drew Bowling, Senior Policy Advisor
*** Kirsten Evans (Executive Director, In Defense of Christians) Kirsten Evans (Executive Director, In Defense of Christians)
*** Samia Sleman, yazidi teenage girl that escaped from ISIS Samia Sleman, yazidi teenage girl that escaped from ISIS
*** Carl & Marsha Mueller. Parents of Kayla Mueller Carl & Marsha Mueller. Parents of Kayla Mueller
*** Nina Shea. Director of the Center for Religious Freedom Nina Shea. Director of the Center for Religious Freedom
*** Eisham Asiq & Masih Asiq. Asia Bibi’s daughter and husband Eisham Asiq & Masih Asiq. Asia Bibi’s daughter and husband
*** Joseph Fadelle. Iraqi writer convert to Christianity from Islam Joseph Fadelle. Iraqi writer convert to Christianity from Islam
*** Closing by Lola Velarde. Congress Director Closing by Lola Velarde. Congress Director
*** Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO
- See more at: http://maslibres.org/wearen2016en/#sthash.c2iOAyOc.dpuf

=================
my JHWH ] sentinella, sentinella di ISRAELE: AMEN! suo carro e sua cavalleria: ALLELUIA!

my JHWH ] maledetto il FARISEO massone FRAUDOLENTO Salafita il Falso Profeta assassino [ Apocalisse 14,9-11. Seguì un terzo angelo, dicendo a gran voce: «Chiunque adora la bestia: il Gufo Allah Akbar: genocidio Sharia a tutti gli infedeli schiavi dhimmi, e adora la immagine, del GUFO SPA FED SPA FMI, e ne prende il marchio (666) sulla fronte o sulla mano, egli pure berrà il vino dell'ira di Dio versato puro nel calice della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli e davanti all'Agnello». 11. Il fumo del loro tormento sale nei secoli dei secoli. Chiunque adora la bestia e la sua immagine e prende il marchio del suo nome, non ha riposo né giorno né notte.

my JHWH ] IL MARCHIO DELLA BESTIA - Microchip / Biochip [ maledetto il FARISEO Talmud SpA FMI: 666 sinagoga NWO massone FRAUDOLENTO Salafita il Falso Profeta sharia assassino [ E tal cifra è seicentosessantasei. Apocalisse 14:9-11. Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il Suo Marchio ... Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà puro il vino dell'IRA di DIO.


SPA il GUFO JABULLON Baal Bildenberg, Trilaterale ] [hanno bocca e non parlano, hanno occhi e non vedono e non c'è respiro nella loro gola di morte.. "Sia come loro chi li fabbrica e chiunque in essi confida" amen AMEN ALLELUIA! [ my JHWH revenge ] IL MARCHIO DELLA BESTIA - Microchip / Biochip [ maledetto il FARISEO Talmud SpA FMI: 666 sinagoga NWO massone FRAUDOLENTO Salafita il Falso Profeta sharia assassino [ COME MACINA IN ABISSO PROFONDO TU LI SPROFONDERAI!

i cristiani #dhimmi: per il #CORANO, come: i cristiani goyim #goy: per il #TALMUD, sono tutti dei criminali che devono essere sterminati, insieme agli #israeliani (che, perché anche loro non hanno genealogie paterne): perché, Gesù ha continuato ad insegnare, anche: 40 giorni dopo la sua Risurrezione [...] questa storia divina di insegnere, mangiare, camminare dopo la morte in mezzo a tutti? nessuno la ha potuta fare, tranne lui! E DI TUTTI QUESTI MISTERI DELLA FEDE: IO, PROPRIO IO: SONO UN TESTIMONE! [ Regeni, altri 15 giorni di carcere per il consulente della famiglia. #Giulio #Regeni ( L'aula è stata sgomberata, il Tribunale deve decidere sulla custodia cautelare del consulente della famiglia del ricercatore italiano ucciso #al #Cairo

i cristiani #dhimmi: per il #CORANO, come: i cristiani goyim #goy: per il #TALMUD, sono tutti dei criminali che devono essere sterminati, insieme agli #israeliani (che, perché anche loro non hanno genealogie paterne): perché, Gesù ha continuato ad insegnare, anche: 40 giorni dopo la sua Risurrezione [...] questa storia divina di: insegnare, mangiare, camminare: insieme ai suoi, anche: dopo la morte, e vivere in mezzo a tutti? nessuno la ha potuta fare, tranne lui! E DI TUTTI QUESTI MISTERI DELLA FEDE: IO, PROPRIO IO: SONO UN TESTIMONE! [ #Regeni, altri 15 giorni di carcere per il consulente della famiglia. #Giulio #Regeni ( L'aula è stata sgomberata, il Tribunale deve decidere sulla custodia cautelare del consulente della famiglia del ricercatore italiano ucciso #al #Cairo

il TRADITORE: "BUE" MATTEO RENZI: LUI tira il carro della paglia, e tutti gli asini: CORROTTI ( SISTEMA REGIME: SPA BANCHE CENTRALI: GRANDE USURA MASSONICA BILDENBERG TRILATERALE: SCHIAVIZZAZIONE MONDIALE ) vanno tutti dietro a mangiare: ed a bere il sangue dei poveri e dei martiri cristiani #sharia il NAZISMO! [ MA CHI CONDUCE IL BUE È SEMPRE IL FARISEO Enlightened: MASSONE ROTHSCHILD, il commerciante di schiavi: che lui ci ha RUBATO LA NOSTRA COSTITUZIONALE SOVRANITÀ MONETARIA! ] #Bassolino attacca: "Nelle liste Pd a Napoli sono stati candidati quelli che davano soldi fuori ai seggi: una vergogna". È in lista per il Consiglio comunale di Napoli, Antonio Borriello del Pd, ripreso nei video di Fanpage mentre all'esterno di uno dei seggi per le primarie dava un euro a uno degli elettori. La commissione di garanzia del Pd provinciale ha archiviato la sua sua posizione.

i pirati 322 "teschio e ossa"SACERDOTI, del Gufo Dio al Bohemian GROVE, SATANA MONSANTO: GMOS TALMUD AGENDA: USA 666 SPA FED NWO: lo mettono nel GENDER LURIDO E SPORCO sodomizzato: di quel CANADA MASSONE due volte: 1. con le scie chimiche; 2. bruciando i suoi boschi! ED È IL QUESTO MODO CHE, SI PUÒ OTTENERE L'EFFETTO SERRA, E SI POSSONO SFRUTTARE LE MINIERE DELLA ALASKA! Canada, avanza l'incendio Fort McMurray. Nord America. Resta emergenza, bloccata parte produzione petrolifera

demolite subito la NATO ] [ fermate i Farisei massoni USA GMOS MONSANTO, che, loro sono tutti i sacerdoti di satana: che mettono nano particelle metalliche nei vaccini polivalenti (che la televisione non riesce a fare di voi, proprio, del tutto dei coglioni): demolite subito la NATO, perché presto non saprete più: 1. quale è il buco e del culo, e, 2. quale è il buco della bocca! Migliaia in piazza contro Ttip, 'minaccia le nostre vite'. Roma, sfila Susanna Camusso. Il ministro Martina, non rinunciamo a sicurezza alimentare

#ROTHSCHILD: E I SUOI CANI MASSONI #BILDENBERG #MERKEL #MOGHERINI #BOLDRINI HANNO DECISO CHE IL MEDITERRANEO DEVE DIVENTARE UN MARE #ISLAMICO #SHARIA: ALLAH AKBAR, MORTE A TUTTI GLI INFEDELI.. E IL RISORGERE DELL'IMPERO OTTOMANO CHI LO PUÒ IMPEDIRE? DISTRUGGETE IMMEDIATAMENTE LA NATO O MORIRETE TUTTI! Bild: i figli di Erdogan navigano nell’oro, 07.05.2016, Mentre il reddito del presidente turco è di soli 50 mila euro, i suoi figli nuotano nel lusso. Allo stesso tempo, non ci sono dati ufficiali sui mezzi a disposizione della famiglia Erdogan. Lo ha reso noto il Bild. I figli di Erdogan vivono in ville di lusso e possiedono una propria attività, che non è molto trasparente. Il figlio più giovane del presidente turco, Bilal Erdogan, è stato più volte sospettato di riciclaggio di denaro, e, insieme con la sorella Esroy, è stato implicato in uno scandalo di corruzione nel 2013.
Inoltre, lo scorso anno è stata resa nota la notizia Bilal copre gli imprenditori turchi che ogni anno fanno accordi petroliferi sotterranei con i terroristi del Daesh per oltre 500 milioni di dollari.
Ora Erdogan vuole estendere non solo l'influenza finanziaria, ma anche quella politica del suo ‘clan'. Dopo le dimissioni del primo ministro Davutoglu, il presidente ha promosso al suo posto suo genero, che, scrive il Bild, ha più volte dimostrato fedeltà alla politica di Erdogan.
http://it.sputniknews.com/mondo/20160507/2632338/figli-erdogan-lusso.html#ixzz483CzrMlt

==============

LA NATO È UNA CREATURA DEMONIACA: UN MASSONE! PERCHÉ È AL SERVIZIO DELL'USURAIO: SPA UK GEZABELE QUEEN SECOND, E IL SUO MASSONE FARISEO, il loro OBIETTIVO OGGI È MASSACRARE GLI SCHIAVI E SPECULARE SUI CADAVERI: EZRA PAUND INTUÌ QUELLO CHE GIACINTO AURITI HA DIMOSTRATO: "LA GUERRA MONDIALE È FUNZIONALE AL SISTEMA MONETARIO, IL QUALE SENZA GUERRA MONDIALE COLLASSEREBBE!" ... http://cdn1.img.it.sputniknews.com/images/168/63/1686320.jpg storicamente i ricchi hanno pensato di mandare i poveri a morire in guerra! MA OGGI ci SONO ARMI, e MISSILI, COSÌ INTELLIGENTI, ma così intelligenti, CHE POSSONO andare a CERCARE IL BUCO DEL CULO DI QUEL CORROTTO DI OBAMA (Osama Sharia il nazista): E DI TUTTI I SUOI COMPLICI: i massoni traditori dei popoli! Polonia sicura, a breve fine negoziati su rafforzamento NATO nel fianco orientale. 08.05.2016( I negoziati sul rafforzamento della sicurezza dell'Alleanza Atlantica in Europa orientale saranno completati nei prossimi giorni, ha segnalato il canale polacco TVN24 riferendosi alle dichiarazioni del ministro della Difesa del Paese Antoni Macierewicz. "A febbraio la NATO ha deciso politicamente di espandere la presenza permanente delle forze dell'Alleanza sul fianco orientale, ora sono stati preparati i dettagli tecnici", — il canale riporta le parole di Macierewicz. "Siamo certi che il vertice della NATO di Varsavia del prossimo luglio porterà i cambiamenti a lungo attesi legati al rafforzamento del fianco orientale dell'Alleanza", — ha aggiunto. "Il ministro della Difesa ha detto che nei prossimi giorni si concluderanno i negoziati sul rafforzamento della sicurezza della NATO nei paesi dell'Europa orientale", — ha riferito il canale televisivo. E' stato inoltre segnalato che il ministro crede nell'effettiva conclusione dei negoziati, "nonostante le provocazioni che affrontiamo della Federazione Russa, forse proprio per porre fine a queste provocazioni". "Affinché la Polonia e tutta l'Europa non siano più in pericolo, affinché le azioni che hanno rotto l'ordine pacifico in Europa e provocato l'occupazione di parte dell'Ucraina non trovino più posto. Ci aspettiamo decisioni di svolta da prendere in occasione del vertice della NATO", — ha sottolineato Macierewicz. L'assistente del segretario di Stato USA Antony Blinken precedentemente aveva definito un dovere della NATO "lottare contro le minacce sui fianchi orientali e meridionali" e "aumentare la presenza sul confine orientale dell'Alleanza." In precedenza era stato riferito che il nuovo comandante delle forze armate della NATO in Europa, il generale americano Curtis Scaparrotti, aveva esortato i membri dell'Alleanza ad essere costantemente pronti a contrastare le minacce provenienti dalla Russia e dai terroristi.
A sua volta il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la Russia non rappresenta una minaccia per nessuno, tuttavia non trascura le azioni potenzialmente pericolose per i suoi interessi.
===========

È VERO CHE PAPA FRANCESCO (NESSUNO DEI SUOI PREDECESSORI CI È RIUSCITO, E SONO STATI COSTRETTI A FARE LE CROCIARE) VUOLE COSTRUIRE UN PONTE DI FRATELLANZA CON LA LEGA ARABA SHARIA, MA, È ANCHE VERO CHE L'UNICO PONTE CHE, LA LEGA ARABA GLI HA OFFERTO: È IL NAZISMO SHARIA DEL FILO DELLA SCIMITARRA CHE BUSH E CARLO DI INGHILTERRA: HANNO IMPUGNATO CONTRO DI NOI! ] [ MA, LA BIBBIA NON HA DETTO CHE ALLAH È UN DEMONIO PIÙ POTENTE DI SATANA! ] [ ALLAH AKBAR SHARIA? È LA MORTE PER TUTTI GLI INFEDELI SCHIAVI DHIMMI, E PER ANTICRISTO MASSONE FARISEO SPA FED. SPA FMI, QUESTO PIACE MOLTISSIMO: ... PER IL MOMENTO! E NEL FRATTEMPO ERDOGAN LA VERGOGNA ISLAMICA: IL TERRORISTA DELLA SIRIA, E SALMAN SAUDI ARABIA: IL TERRORISTA BOMBAROLO DELLO IRAQ, LORO PROGETTANO DI PRENDERE IL SOPRAVVENTO SHARIA IL NAZISMO SENZA DIRITTI UMANI: CONTRO IL NUOVO ORDINE MONDIALE.. CIOÈ PER QUANTO ARRIVERÀ LA RESA DEI CONTI TRA DI LORO... AL DI LA DELL'ASPETTO CRIMINALE? È ALLUCINANTE CHE ISLAMICI PENSANO DI FARCELA DA SOLI CONTRO IL NWO, CIOÈ, QUANDO NOI SAREMO MORTI! ... MA, LA BIBBIA NON HA DETTO CHE ALLAH È UN DEMONIO PIÙ POTENTE DI SATANA! DR Congo – Christians killed, as thousands flee continuing Islamist violence. Published: May 6, 2016. Children in a displacement camp in northeast DR Congo in August 2015. Thousands have fled the threat of attack by militants of Muslim Defense International, formerly known as the Alliance of Democratic Forces. Photo courtesy of Open Doors. Islamist militants are suspected to have killed between 20 and 40 villagers in the eastern extremes of the Democratic Republic of the Congo, according to news reports and a World Watch Monitor source. Attackers carried machetes and axes into a village in North Kivu province, in eastern DRC, late in the evening on 3 May. “Between 20:00 and 22:00, the enemy managed to get past army positions and kill peaceful residents in their homes, slashing their throats,” local administrator Bernard Amisi Kalonda told Agence France-Presse. “The 16 bodies are in front of me, killed by machete or axe.” One local source later told World Watch Monitor on 6 May that as many as 34 may have died; another source quoted 38, including, he said, two elders and their wives of the CECA 20 (Communaute Evangelique au Centre de l’Afrique) Church. A local Christian missionary told World Watch Monitor on 4 May that thousands of people have fled the area. “It was eerie; hundreds of houses abandoned and thousands of people displaced,” the missionary said. “I saw four coffins and a funeral or two on the road. I saw people carrying their mattresses and things in cars, on motorcycles, on foot. “Hundreds of homes along the road are abandoned. Where there was thriving community, there is now a ghost town.” World Watch Monitor is withholding the missionary’s name for security reasons. Gen. Jean Baillaud, the military chief of the UN’s 20,000-soldier force in the DR Congo, confirmed at least 17 people had been killed. Local administrator Kalonda told AFP it is unknown if the attack was carried out by Muslim Defense International, formerly known as the Alliance of Democratic Forces. The 20-year-old alliance of Ugandan militants was first linked with former Ugandan dictator Idi Amin. It has long been active in the eastern regions of neighbouring DR Congo, and is responsible for the deaths of hundreds of civilians since 2014, according to the UN. The MDI has repeatedly attacked the majority-Christian population in eastern DRC for years. Kidnapping and murder are common. It is alleged to have support from the Islamic government of Sudan, an assertion made by the Uganda government and backed by Western diplomatic sources. The group is accused of waging a proxy war for Sudan against Uganda as retribution for Uganda’s support of secessionists who broke away to form the nation of South Sudan in 2011. The MDI is known to have attracted foreign recruits and to have forced Christians to convert to Islam. The local population in the related area is overwhelmingly Christian (95.8%) and the impact on them has been immense. After this latest attack, World Watch Monitor heard from a pastor in the area who said the people are terrified but that while some contemplated fleeing again, others have opted to stay in the hope that things will normalise soon.
In a letter released a year ago, the Bishops of the Province of Bukavu (eastern DRC) denounced a “climate of genocide” and the passivity of the Congolese State and international community. “Does the situation have to deteriorate even more before the international community takes measures against jihadism?” asked the Bishops in May 2015, according to whom “a strategy of forced displacement of populations is taking place in order to gradually occupy the land and install outbreaks of religious fundamentalism and terrorist training bases”, the Catholic news agency Fides reported.

===============
REPORT: The impact of Christians leaving Middle East. Published: April 18, 2016. Refugee camp next to St. Elia Church in Erbil, Iraq. Open Doors International. War and persecution has led to a haemorrhaging of Christians from the Middle East, particularly from Syria and Iraq. A new report highlights what the region stands to lose should Christians continue to leave. The report, compiled by a trio of Christian charities and a university, argues that Christians are an essential part of Middle Eastern history and culture, and that they continue to contribute powerfully to society, particularly in the fields of education, medicine, science and engineering.
For Syria and Iraq to lose Christians altogether, the report says, would not only damage the fabric of the society, but negatively impact upon the two countries’ economies.
“In the Middle East, the Church is under severe pressure and Christians face increasing marginalization, though their presence in the region dates back two millennia,” it says. “Many are choosing to leave in a desire to ensure a more certain future for their families, but others remain committed to their countries and their homes. Nonetheless, Christians in Syria and Iraq continue to contribute to their societies in a variety of ways, including education, culture and arts, social affairs, politics, economics, humanitarian assistance and religious activities.”
Before 2011, Syrian Christians comprised around 8-10% of a 22 million population, notes the report, though 40-50% of those Christians have since left. Meanwhile, there were approximately 1.5 million Christians in Iraq before 2003, but estimates now range from 200,000 to 500,000.
“Approximately 30-35 million Christians worldwide are members of Middle Eastern church families, but only 15 million of these reside in the Middle East,” it adds. “While there is a high level of emigration, there are also many Christians committed to staying in their countries.”
One common concern about the long-term effects of conflict in Syria is that the current diversity of Syria will be lost.
Why are they leaving?
International Christian organisations have been trying to “source the support needed to stem a growing sense of hopelessness”, it says, but “increased poverty is one of many factors encouraging emigration”.
Increased marginalisation is another factor. “In many countries Christians face increasing marginalisation, and perhaps nowhere is this strain felt as strongly as in Syria and Iraq,” the report states. “Whoever has the ability to leave is leaving. The Christians have a greater sense of insecurity because they cannot integrate into the changing scenery. Other community members could integrate into the new social scene, but not the Christians.
“Christians who emigrate are at an advantage for integration compared to other minorities … because they are mostly being resettled into communities where Christianity is the dominant faith, and also because of strong diaspora communities already in place, ready to receive them. So it may be that they will be less likely to return to Syria than Muslims when and if the conflict ends.”
The report says that Christians in Syria and Iraq have “generally enjoyed freedom of worship”, but that the current crisis this has changed.
“In the current changing political landscape, the few Christians who still live in areas under the control of the so-called Islamic State or other Islamic groups often have to agree to pay a jizya tax, an Islamic religious tax imposed on non-Muslims, and face a variety of other restrictions to church buildings and to engaging in religious activities,” it says. “In these areas, many Christians have fled or are fleeing; those who remain have become extremely vulnerable, with their churches, homes, businesses and very lives at times targeted.”
In Iraq, the report says Christians have an “ancient history” and have been free to practise their faith and rites, but that “in some less stable regions … Christian communities are frequently the target of extremist Islamist attacks, including a number of instances of deadly church bombings since 2003 and brutal treatment by the so-called Islamic State.”
What impact?
A school for Syrian refugees in Lebanon. Christian schools in Syria and Iraq are 'widely acclaimed as the best and most desirable educational institutions', says the report. Open Doors International
“One common concern about the long-term effects of conflict in Syria is that the current diversity of Syria will be lost,” says the report.
“Christians add a diversity of perspectives to public discourse and thus help encourage critical thinking in society. Without Christians … there would be little space in Iraq for intellectual curiosity and critique … Perhaps most distinguishes Christians in Iraq is their high average level of education.”
The report adds that many Muslims in the Middle East “appreciate Christians as encouraging secular and liberal thinking, and [say] that the high representation of Christians in the arts and intellectual circles may be attributed to the relatively liberal education enjoyed by many Christians. Many fear, therefore, that the loss of a Christian influence in Syria could open a greater space for extremism.
“There is a strong tendency among many rebel factions toward Islamisation and the building of a predominantly Sunni Muslim society, but many Syrians, including members of the Muslim majority, do not want this.”
“Christians can be found in most if not all economic sectors ... [they] have a reputation for quality work, and attracted investment into Syria during the decade before the current crisis,” says the report, although it adds that “their economic influence is not as visible as it once was”.
It says “areas that were managed by Christians were better managed, they knew better how to use the resources and provide services.”
Meanwhile, “Christian schools are widely acclaimed as the best and most desirable educational institutions,” it says.
The report, Hope for the Middle East, was compiled by Open Doors, Middle East Concern, Served and the University of East London.
======

quando inizierà il: BULLISMO VIOLENZE, ABUSI, OMOFOBIA, MISOGENISMO e terrorismo sharia, contro gli schiavi dhimmi? voi sapete che il regime massonico Bildenberg Trilaterale lo ha voluto! ] TUTTO IL NAZISMO E VIOLAZIONE SHARIA DI TUTTI I DIRITTI UMANI [ Kosovo: abolire visti Ue, Federica Mogherini a Pristina, Commissario, orgogliosa proposta liberalizzazione
===============

1/2 * come i FARISEI MASSONI SPA BANCHE CENTRALI REGIME BILDENBERG, HANNO PIANIFICATO LA DISTRUZIONE DEFINITIVA DELLA CIVILTÀ EBRAICO-CRISTIANA.. QUESTA LACERAZIONE DELLA SIRIA, ECC.. PREVEDEVA LA INVASIONE ISLAMICA DELLA EUROPA E APPARTIENE A UN PIANO ADEGUATAMENTE ORCHESTRATO! ] Come le centrali della NATO controllano la politica dell'UE sui rifugiati. 10:05 08.05.2016( Un fiume incontrollato di profughi di guerra da Siria, Libia, Tunisia e altri Paesi islamici destabilizzati dalle rivoluzioni colorate della ‘primavera araba' di Washington, ha creato il più grande caos sociale nell'UE, dalla Germania alla Svezia alla Croazia, dalla fine della seconda guerra mondiale. Merkel convinta della correttezza della sua politica sui migranti
Ormai è chiaro che più di qualcosa di sinistro è in corso, minacciando di distruggere il tessuto sociale del nucleo della civiltà europea. Pochi si rendono conto che l'intero dramma è orchestrato non dalla cancelliera tedesco Angela Merkel, o dagli anonimi eurocrati della Commissione UE di Bruxelles. È orchestrato dalla cabala di think tank della NATO. L'8 ottobre 2015 tra il grande flusso di centinaia di migliaia di rifugiati inondanti la Germania da Siria, Tunisia, Libia e altri Paesi, una nuova e sicura di sé cancelliera tedesco Angela Merkel proclamava in un popolare programma televisivo tedesco che "ho un piano", occasione per una frecciata tagliente ai partner della coalizione guidatu dal capo della bavarese CSU, Horst Seehofer, critico verso la posizione di accoglienza dei profughi di Merkel nella primavera 2015, che ha visto più di un milione di rifugiati entrare in Germania solo l'anno scorso. Da quel momento, con determinazione di ferro, la cancelliera tedesca ha difeso il criminale regime di Erdogan in Turchia, partner essenziale del suo "piano". La maggior parte del mondo ha visto con stupore come abbia ignorato i principi della libertà di parola e deciso di perseguire pubblicamente un noto comico della TV tedesca, Jan Boehmermann, per le sue osservazioni satiriche sul presidente turco. Turchia, pugno duro di Erdogan contro curdi e media. Era stupita da come il simbolo della democrazia europea, la cancelliera tedesca, abbia scelto d'ignorare l'imprigionamento da parte di Erdogan dei giornalisti e la chiusura dei media dell'opposizione, procedendo nei piani per imporre di fatto la dittatura in Turchia. Era perplessa per come il governo di Berlino abbia scelto d'ignorare le prove schiaccianti di come Erdogan e la famiglia materialmente favoriscano i terroristi del Daesh in Siria, in realtà creatori della crisi dei rifugiati. Era stupita di vedere spingere l'UE a consegnare miliardi di euro al regime di Erdogan per il presunto accordo sul flusso di rifugiati dai campi profughi turchi alla vicina UE passando per la Grecia e non solo. Piano Merkel. Tutte queste azioni apparentemente inspiegabili della una volta pragmatica leader tedesca, sembrano risalire all'adozione di un documento di 14 pagine preparato da una rete di gruppi di riflessione pro-NATO, sfacciatamente intitolato "Piano Merkel". Ciò che la neo-sicura di sé cancelliera tedesca non disse alla sua ospite Anne Will o ai telespettatori fu che "il suo" piano le era stato consegnato solo quattro giorni prima, il 4 ottobre, come documento dal titolo Piano Merkel, da un neonato think-tank internazionale, ovviamente ben finanziato, chiamato Iniziativa per la Stabilità Europea o ESI.
Unione Europea: con la Turchia e i Saud. Fino all’ultimo greco
Il sito dell'ESI indica avere uffici a Berlino, Bruxelles e Istanbul, Turchia. Il sospetto è che gli autori de piano ESI l'abbiano intitolato come se provenisse dall'ufficio della Cancelliera tedesca e non da loro. Più sospetto è il contenuto del Piano Merkel dell'ESI.
Oltre ad accogliere già più di un milione di rifugiati nel 2015, la Germania dovrebbe "accettare di concedere asilo a 500000 rifugiati siriani registrati in Turchia nei prossimi 12 mesi". Inoltre, "la Germania dovrebbe accettare le richieste provenienti dalla Turchia… e fornire un trasporto sicuro ai candidati… già registrati presso le autorità turche…" E infine "la Germania dovrebbe accettare di aiutare la Turchia ad avere esenzioni sul visto di viaggio per il 2016".
Il cosiddetto piano Merkel è un prodotto dei think tank legati a NATO-USA e a governi dei Paesi membri della NATO o potenziali soci. La massima "seguire il denaro" è istruttiva in questo caso, per vedere chi realmente dirige l'Unione europea oggi.
ESI: L'ESI nasce dai tentativi della NATO di trasformare il Sud-Est Europa dopo la guerra istigata dagli USA in Jugoslavia negli anni '90, portando alla balcanizzazione del Paese e la creazione di una importante base USA e NATO, Camp Bondsteel in Kosovo. L'attuale presidente dell'ESI, direttamente responsabile del documento finale Piano Merkel è il sociologo austriaco residente ad Istanbul Gerald Knaus. Knaus è anche membro del Consiglio europeo per le relazioni estere (ECFR) e dell'Open Society.
Wikileaks: USA e Soros promotori dello scandalo “Panama Papers” per attaccare la Russia
Fondato a Londra nel 2007, l'ECFE è un'imitazione dell'influente Counsil on Foreign Relations di New York, il think-tank creato dai banchieri Rockefeller e JP Morgan nel corso dei colloqui di pace di Versailles del 1919, per coordinare la politica estera globale anglo-statunitense. Significativamente, il riccone creatore dell'ECFR è il miliardario statunitense e finanziatore delle rivoluzioni colorate George Soros. Praticamente ogni rivoluzione colorata è stata sostenuta dal dipartimento di Stato degli USA dal crollo dell'Unione Sovietica, come in Serbia nel 2000, Ucraina, Georgia, Cina, Brasile e Russia. George Soros e le propaggini delle sue Open Society Foundations finanziano di nascosto ONG e attivisti per la "democrazia" per insediare regimi pro-Washington e filo-NATO.

2/2 * come i FARISEI MASSONI SPA BANCHE CENTRALI REGIME BILDENBERG, HANNO PIANIFICATO LA DISTRUZIONE DEFINITIVA DELLA CIVILTÀ EBRAICO-CRISTIANA.. QUESTA LACERAZIONE DELLA SIRIA, ECC.. PREVEDEVA LA INVASIONE ISLAMICA DELLA EUROPA E APPARTIENE A UN PIANO ADEGUATAMENTE ORCHESTRATO! ] I membri scelti, chiamati membri del Consiglio o associati dell'ECFR londinese comprendono il co-presidente Joschka Fischer, ex-ministro degli Esteri del Partito dei Verdi tedesco che spinse il suo partito ad appoggiare l'illegale bombardamento di Bill Clinton della Serbia nel 1999, privo del sostegno del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Gli altri membri del Consiglio del think tank Counsil on Foreign Relations europeo di Soros includono l'ex-segretario generale della NATO Xavier Solana, il falsificatore ex-ministro della Difesa tedesco caduto in disgrazia Karl-Theodor zu Guttenberg; Annette Heuser, direttrice esecutiva del Bertelsmann Stiftung di Washington DC; Wolfgang Ischinger, presidente della Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera; Cem Ozdemir, presidente dei Buendnis90/Die Gruenen; Alexander Graf Lambsdorff, deputato del partito liberale tedesco (FDP); Michael Sturmer, corrispondente Capo del Die Welt; Andre Wilkens, direttore della Fondazione Mercator; il difensore della pederastia al Parlamento europeo Daniel Cohn-Bendit. Cohn-Bendit, noto come "Danny il Rosso" nelle rivolte studentesche francesi del maggio 1968, fu membro del gruppo autonomista Revolutionaerer Kampf (Lotta Rivoluzionaria) a Ruesselsheim, in Germania, insieme al suo stretto alleato e ora presidente dell"ECFR Joschka Fischer. I due continuano ari trovarsi nell'ala "Realo" dei Verdi tedeschi. Ex socio di Soros prevede recessione economia USA e “bolla” del dollaro
Le Open Society Foundations è la rete che "promuove la democrazia" esentasse creata da George Soros per promuovere il "libero mercato" pro-FMI dopo il crollo dell'Unione Sovietica, per liberalizzare il mercato delle economie ex-comuniste aprendo le porte al sistematico saccheggio dell'inestimabile patrimonio minerario ed energetico di quei Paesi. Soros fu l'importante finanziatore del team economico liberale di Boris Eltsin, tra cui l'economista da "Terapia d'urto" di Harvard Jeffrey Sachs e il consigliere liberale di Eltsin Egor Gajdar. Già è chiaro che il "Piano Merkel" è il Piano Soros in effetti. Ma c'è di più, se vogliamo comprendere l'ordine del giorno più oscuro dietro il piano. I finanziatori dell'ESI. Un manifesto della propaganda anticomunista americana degli anni '50. "Un'eredità dall'ambasciatore", ecco i finanziamenti USA per la propaganda all'estero .. L'Iniziativa per la Stabilità Europea, il think-tank di Gerald Knaus collegato a Soros è finanziato da un impressionante serie di donatori. Il suo sito web li elenca; oltre alle Open Society Foundations di Soros, vi è la Mercator Stiftung tedesco legato a Soros, e la Robert Bosch Stiftung. Altro finanziatore è la Commissione europea. Poi, curiosamente la lista dei finanziatori del piano Merkel comprende un'organizzazione dal nome orwelliano, l'United States Institute of Peace. Alcune ricerche rivelano che l'Istituto della Pace degli Stati Uniti non ha nulla a che fare con la pace, essendo presieduto da Stephen Hadley, ex-consigliere dell'US National Security Council dell'amministrazione guerrafondaia neo-con di Bush-Cheney. Il suo consiglio di amministrazione comprende Ashton B. Carter, l'attuale falco neo-con segretario della Difesa dell'amministrazione Obama; il segretario di Stato John Kerry; il Maggiore-Generale Federico M. Padilla, presidente della National Defense University degli Stati Uniti. Questi sono alcuni architetti molto stagionati della strategia del Dominio a Pieno Spettro del Pentagono per il dominio militare mondiale degli USA. Gli autori del "Piano Merkel" dell'Iniziativa per la Stabilità Europea, oltre alla generosità delle fondazioni di George Soros, indica come ‘primo' finanziatore il German Marshall Fund* degli Stati Uniti.
Come ho descritto nel mio libro, il think tank German Marshall Fund è tutt'altro che tedesco; "E' un think tank statunitense di Washington DC. Di fatto, la sua agenda è la distruzione della Germania del dopoguerra e più in generale degli Stati sovrani dell'UE per adattarli al programma di globalizzazione di Wall Street".
Il German Marshall Fund di Washington è coinvolto nell'agenda del cambio di regime mondiale degli Stati Uniti d'America in combutta con il National Endowment for Democracy finanziato dagli Stati Uniti, le fondazioni Soros e la facciata della CIA chiamata USAID.
Come descrivo nel libro, "Il principale obiettivo del German Marshall Fund, secondo la sua relazione annuale del 2013, è sostenere l'agenda del dipartimento di Stato nelle cosiddette operazioni di costruzione della democrazia nei Paesi ex-comunisti dell'Europa orientale e sud- orientale, dai Balcani al Mar Nero. Significativamente il loro lavoro include l'Ucraina. Nella maggior parte dei casi, collabora con l'USAID, ampiamente identificata quale facciata della CIA collegata al dipartimento di Stato, e la Stewart Mott Foundation che finanzia la National Endowment for Democracy finanziata dal governo degli Stati Uniti".
America in declino: la previsione di Brzezinski. In particolare, la stessa Stewart Mott Foundation finanzia il Piano Merkel dell'ESI, come anche il Rockefeller Brothers Fund. Tutto questo dovrebbe far riflettere da chi e per quali obiettivi è stato firmato l'accordo Merkel-Erdogan sulla crisi dei rifugiati nell'UE. La fazione Rockefeller-Bush-Clinton negli Stati Uniti intende usarlo quale grande esperimento d'ingegneria sociale per creare caos e conflitti sociali nell'UE, mentre allo stesso tempo le loro organizzazioni non governative, come NED, Freedom House e fondazioni Soros, si agitano in Siria, Libia e nel mondo islamico? La Germania, secondo l'ex-consigliere del presidente degli Stati Uniti e amico intimo dei Rockefeller, Zbigniew Brzezinski, è il "vassallo" degli Stati Uniti nel mondo post-90? Finora, c'è la prova abbastanza netta che sia così. Il ruolo dei think tank collegati a Stati Uniti e NATO è fondamentale per comprendere come la Repubblica Federale di Germania e l'Unione europea siano in realtà eterodirette da oltre Atlantico.
Originariamente pubblicato da F. William Engdahl sul sito Katehon
    Correlati:
I rifugiati rompono il sistema di sicurezza collettiva della NATO
Merkel, Erdogan e i "valori" europei
Bloomberg: la virata della politica della Merkel e le ansie di Berlino